La più antica fabbrica tessile della Calabria

Un trittico per BELVEDERE, vedutismo contemporaneo

BELVEDERE_arazzi_Lanificio_Leo_6

Siamo felici di partecipare al progetto BELVEDERE del designer Luca De Bona e del fotografo Massimiliano Tuveri, una collezione di arredi ispirata alle città italiane del Grand Tour, reinterpretate attraverso le lenti di un vedutismo contemporaneo. BELVEDERE nasce dalla volontà dei due fondatori di aggiornare il concetto di arti applicate, unendo la progettazione alla fotografia, e a seguire ad altre forme espressive.

Viaggio continuo nel mondo delle arti applicate, BELVEDERE è un omaggio al Bel Paese attraverso una collezione composta da una serie di arredi monocromatici che come cartoline di un Grand Tour Postmoderno riportano le vedute di Venezia, Milano, Firenze, Roma e Napoli, affiancate da oggetti e complementi che suggeriscono l’idea di una Casa-Belvedere.

Il concept coinvolge diverse figure, dal visual design studio VZNstudio  – composto da Sonia Mion e Nicola Iannibello – allo studio di PR e design consultancy Dorothy, fondato da Elisa Bortesi ed Elisa Galli. Insieme a PiattoUnico, brand milanese di arte della tavola preziosa e funzionale, che ha trasformato le vedute in una collezione di piatti in ceramica, noi del Lanificio Leo partecipiamo come partner per la traduzione delle immagini delle città in un trittico di arazzi-plaid, realizzati in maglia jacquard di lana merinos extrafine.

Il progetto BELVEDERE è presentato ufficialmente in questi giorni in occasione di EDIT Napoli, la fiera del design innovativo creata per supportare, promuovere e celebrare una nuova generazione di designer.

0 Commenti

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*